Recensioni

“La parte più utile per me è quella in cui si parla delle corazze. Leggendo le storie di altri, come in uno specchio, mi sono potuto riflettere. E ho scoperto che certe durezze che ho sempre avuto non descrivono come io sono. Anzi sotto quelle durezze ci sono dei sentimenti che a volte faccio fatica ad ammettere o che non sono capace di manifestare. Ma evidentemente non devo aggirarmi per forza con quelle corazze. Che in fondo sono e sono sempre state, pesanti.“

Marco Toro Zani, 10/10/2016

“Grazie, perché in questo libro si parla di lavoro e di come essere più felici al lavoro. Ma si parla soprattutto di noi come persone”

Maria Vittoria, 02/10/2016

“Ho preso questo libro per curiosità, e la copertina non mi piaceva. Non mi piacciono molto i libri di self help perché in fondo dicono sempre le stesse cose, gira e rigira. Però mi ha convinto il fatto che fosse anche un libro narrativo. Le prime due parti un po’ pesanti, per la verità, però poi mi è piaciuto molto. Fa riflettere. Vorrei che fosse più approfondito il ‘come fare’ a uscire da certi schemi”

Samuela Riccardi, 21/09/2016

“Il libro diventa più serio, dolce e introspettivo con lo scorrere delle pagine. Cambiano tono e scrittura, cambia il lessico. È un viaggio non 'dentro' ma 'verso' se stessi. Che non è poco. E che significa molto più che 'Lavorare felici' - un concetto tanto caro ai ricchi (e non parlo di ricchi dentro!) - ma, anche se forse non era il tuo obbiettivo dichiarato, sembra essere il tuo vero obbiettivo: essere felici, ed esserlo nonostante il lavoro. Il lavoro dovrebbe essere un accessorio della vita dell'uomo e invece è diventato 'tutto'. E non parlo di lavoro come 'applicarsi su qualcosa' ma di obbligo giornaliero per campare. Il mondo occidentale l'ha regolato in 'tot giorni a 'faticà' - con dovuto sballo, riposo o cura del proprio hobby - nel week end'. Cosa che trovo terrificante! Nonostante la religione cristiana - il settimo giorno per riposare - l'uomo latino non è così. Siamo schiavi di una mentalità non nostra. E cerchiamo espedienti per sopportarla. Peggio ancora, molti, forse la gran parte, pensano che il mondo debba e possa solo funzionare così!”

D. Marco, Pittore

“L’importante è non raccontarsela: questo è l’insegnamento più prezioso che mi porto a casa da questo libro. Se uno impara a sentire ciò che è vero per davvero, può raggiungere qualsiasi obiettivo.”

R. Romina, Maestra

“Il libro è coinvolgente. Apprezzo la scelta dell’autore di trasmettere dei contenuti che sarebbero ‘da manuale’ attraverso dei racconti. Sicuramente tutta la parte corporea è da approfondire. In alcuni passaggi ho avuto l’impressione che l’autore semplifichi un po’ troppo il processo per raggiungere la felicità, o meglio che non siano spiegati i dettagli di ciò che è avvenuto… ma probabilmente perché sarebbe stato impossibile descrivere tutto e avrebbe appesantito il libro...sicuramente mi porto a casa la spinta a prendere in mano la mia vita lavorativa.”

G. Daniele, Impiegato

“ Attraverso i primi due, tre capitoli, comincia ad aprirsi un mondo. Mi sono rivista in molte delle storie raccontate. E leggerle mi è servito mettere in luce delle spiegazioni che non avevo mai considerato. Mi sono resa conto che proprio ciò di cui mi sono sempre lamentata, riproduce in modo miracoloso le mie ferite d’infanzia. Il bello è che ero perfettamente consapevole di ciò che mi è successo, ma non avevo mai collegato le due cose. Questa consapevolezza mi ha già dato un po’ di leggerezza. Ho preso un po’ le distanze da tutto quello che stress che ero abituata a vivere. E confido nella possibilità di cambiare davvero le cose.”

F. Marica, Imprenditrice
Email *:
chiudi

Scopri in questo video gli schemi inconsci che possono trattenerti dal raggiungere il tuo benessere lavorativo.

Lascia la tua email per ricevere il video introduttivo gratuitamente:


Il sito utilizza cookie per gestire e personalizzare la vostra esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e sulla relativa rimozione e gestione, consulti la nostra politica sui cookie. Chiudendo questa notifica o continuando a navigare il sito acconsente all'utilizzo dei cookie.